La Fiducia

martedì, luglio 22, 2014 0 , Permalink 0

image

“Ma lei non si fida?, Come posso fidarmi?, Si può tranquillamente fidare…ecc”. Ultimamente mi capita spesso di sentire l’ uso della parola fiducia, e proprio perché scriteriatamente contro corrente nella sostanza, ha posto in me un attenzione e riflessione in merito. Perché quest’ attenzione? Perché la fiducia e’ il seme per la crescita dei rapporti umani ma già per la sua essenza si scontra con la ragione. Poi, l’ attenzione per tale parola e’ per il suo uso improprio legato inoltre al nostro vissuto e contesto dove invece la parola “truffa” e quindi il suo principio in un attenzione a “non dare” si è sostituito di fatto al principio della parola fiducia, che è “del dare”. Ma la fiducia e’ un elemento di cruciale importanza per un interazione positiva e propositiva dell’ essere umano. Dal matrimonio all’ attività di un’ impresa la fiducia e’ un elemento chiave del successo. Ma sempre più il linguaggio reale usato va contro l’insignificante abuso del termine della parola fiducia che e’ qualcosa del tutto intangibile. La fiducia, non può essere imposta, nemmeno sotto minaccia e pertanto molte trattative potrebbero apparire interminabili e inutili se il tentativo e’ di tradurre la fiducia in un linguaggio che non possiede questa parola. La fiducia e’ prima di tutto un atto unilaterale, esponendosi ai rischi che tale atto di fiducia comporta, rendendo per l’ appunto così la fiducia un atto irragionevole.
La fiducia ci spinge a fare. Contro la logica della ragione che invece ci spinge al suo opposto cioè a cosa non si deve fare.

0

Lasciaci un feedback

commenti

Ancora nessun commento

Lascia un commento

Loading...